TRENDING

lunedì 4 febbraio 2013

I macro eventi: David Guetta a Roma

Se si è vissuti a Madrid quest' ultimo inverno é assolutamente impossibile non conoscere le minime misure di sicurezza perchè un concerto non diventi un carnaio/massacro, così come si é a conoscenza che gli unici eventi che probabilmente rispettano queste minime norme di sicurezza sono i festival estivi e i concerti alla Riviera, e che anche lì, il fatto di uscire illesi dipende sempre da fortuna e raziocinio della gente perche se c'é folla ed entra il panico, puoi stare a Steve Aoki, a vedere una partita di calcio, a un concerto in piazza, o a san pietro a sentire l' angelus che il risultato potrebbe essere lo stesso...
A parte piccole risse, chi sta andando ad un concerto, va per godersi lo spettacolo, non per finire in ospedale esattamente come avviene in qualsiasi altro evento sociale, ma per l'opinione pubblica, pare che se vai ad un concerto e succede qualcosa "te la sei cercata".

Dopo i tragici eventi del Madrid Arena, nel quale 5 ragazze, di cui una minorenne sono morte cercando di uscire dal recinto dove stava per iniziare a suonare Aoki di fronte a "12000" persone, poi rivelatesi più di 20000, io mi domando, ma chi decide di dedicarsi al lavoro dell'organizzatore o continúa a organizzare, possibile non Sappia nula?! possibile che perlomeno la paura di poter essere accusati di qualche disgrazia e finire in galera sia più forte della decisione di continuare ad organizzare eventi senza scrupoli?!

Sabato sera il dj set di David guetta era una situazione estrema che risultava essere la normalitá in situazioni del genere, con la differenza che non essendo una discoteca, si permetteva l'entrata di minori accompagnati da genitori, che si potevano facilmente riconoscere nel mezzo della bolgia. Non c'erano 4 persone a metro quadrato manco se cascava il mondo... Magari 8.
Uscite si, quelle c'erano.
Ma la mia indignazione é data dal fatto che l'altra sera ho assistito alla richiesta più assurda e più malintenzionata che avessi mai sentito in vita mia, il ritiro dei biglietti per completo che si doveva confermare a 3 differenti blocchi di sicurezza prima di entrare, e come giustificazione, "girano molti biglietti falsi, bisogna ritirali per contarli" .
Ma siamo matti? Ma una macchinetta per leggere i codici a barre no? È se a. Me dentro mi succede qualcosa è sto senza biglietto che?

Uno schifo, nel vero e proprio senso della parola, e gli imprenditori che giocano con la sicurezza di noi deficienti , Che ancora continuiamo a pagaré quasi 40 euro per una schifezza del genere, dovrebbero essere seriamente puniti...non solo quando la gente si fa male....sabato será?! Semplicemente uno Schifo, e chi ha dato l'ordine di ritirare i biglietti all'entrata è ha avuto fortuna di tornare a dormire a casa tranquillo quella notte.


Che dire su David guetta? Non saprei, quasi non si sentiva. Non c era posto da nessuna parte, i prive erano stracolmi con gente che rubava bottiglie, e vendano un dj set per concerto.
La differenza l'abbiamo imparata con justice live e justice dj, un live/concerto é mettere perlomeno le proprie canzoni, il dj set é mettere qualsiasi disco.
quello di sabato era un dj set set da Pacha in piena regola, solo che da 40 euro e a rischio.
In confronto la chiusura del Fabrik due anni fa era vuota.
A Roma per quanto si sforzino a portare gente, insisto, non si può andare a nessun evento musicale, ed é un peccato, ma la colpa é senz'ombra di dubbio della mala organizzazione e del poco controllo delle norme.
Ticketone, vendendo i biglietti a 40euro, potrebbe dare un' occhiata a che fine fanno fuori dai concerti....


 
Back To Top