TRENDING

giovedì 31 marzo 2016

Italiani al Primavera Sound 2016: Matilde Davoli

Matilde Davoli è la terza ed ultima artista italiana che suonerà a Barcellona negli showcases gratuiti del PrimaveraPro

Ingegnere del suono, compositrice e produttrice anche di altre band come Indian Wells, Matilde si è convertita velocemente in un nome molto importante nella  scena della sperimentazione elettronica attuale.
L'artista pugliese è stata chitarrista della band StudioDavoli e successivamente leader del progetto musicale Girl WIth The Gun




e dal 2013, dopo aver lasciato l'Italia per trasferirsi a Londra si è dedicata al suo percorso solista.




La compositrice realizza nel 2015 “I’m Calling You From My Dreams”, un disco vicino all'elettronica, al dreampop e alle colonne sonore italiane degli anni 60/70, album fortemente apprezzato dalla critica come uno dei migliori debutti dell'anno, anche se da lei stessa definito in una intervista su IndieEye.it come un album pop, nel quale tutti i pezzi sono suonati dall’inizio alla fine con strumenti veri e da persone in carne ed ossa, anche se con dei synths al posto delle chitarre.





Come sempre, quando parliamo di nuovi artisti da scoprire, pensiamo che la cosa migliore sia lasciarvi ad ascoltare la loro musica e di seguito troverete una buona selezione di tracce dell'artista oltre a tutto l'album disponibile sul suo proprio SoundCloud

Se nel frattempo volete conoscerla meglio vi consigliamo di leggere l'intervista di Indie-Eye.it fatta a Matilde in occasione dell'uscita del suo primo album a questo link : I'm calling you from my dreams Intervista



Dopo quest'ultima scoperta, siamo sicuri che anche quest'anno gli artisti italiani selezionati per il Primavera Pro saranno assolutamente al livello delle nostre aspettative, e speriamo che in un futuro possiamo vederne sempre di più.







lunedì 28 marzo 2016

Italiani al Primavera Sound 2016: Sycamore Age

Il secondo gruppo italiano, proveniente da Arezzo, che suonerà nell'ambito della manifestazione del PrimaveraPro durante la prima settimana di giugno a Barcellona sono i Sycamore Age




I Sycamore Age sono un progetto che nasce all’inizio del 2010  in seguito all’incontro tra Stefano Santoni (produttore artistico) e Francesco Chimenti (voce della band) ai quali, poco dopo, si è aggiunto Davide Andreoni.

Il trio ha dato forma ad un suono personale e particolare che si trova a metà strada fra la psicodelia, il folk e l'art rock.
Con il disco ancora inedito, vengono notati durante l’Upload Festival di Bolzano da Paul Cheetham, direttore artistico del Popkomm, famoso meeting musicale a Berlino, il quale li invita personalmente a suonare due concerti all’interno della suddetta manifestazione.




Nel 2012 pubblicano il loro album di debutto omonimo, "SYCAMORE AGE": l'album viene pubblicato in Europa da Rough Trade mentre il video di “Heavy Branches”, diretto da Roberto D’Ippoliti viene premiato  con il PIVI (Premio Italiano Videoclip Indipendente)nella categoria “Soggetto” .




Per i concerti del gruppo entreranno nell'organico della band  Giovanni Ferretti (poi sostituito da Luca Cherubini Celli), Samuel Angus Mc Gehee, Nicola Mondani, Franco Pratesi; tutti polistrumentisti ed immediatamente considerati a pieno titolo membri dei Sycamore Age.


Sinceramente il gruppo colpisce molto facilmente e trascina con  le sue atmosfere in un viaggio musicale che a tratti ci ricorda Nick Cave, a tratti Florence and The Machine ma anche qualcosa dei Radiohead, di There There come di Kid A.

Più che continuare a scrivere le informazioni biografiche del gruppo, vi consiglio di ascoltare i due album o questa scelta di brani e farvi una propria idea se vale la pena o meno andarli a vedere al Primavera... secondo me si.






Nel 2014 la band pubblica “Sycamore Age #1 Remixes/Reworks” (Santeria/Audioglobe), un disco di remix per la cui realizzazione, la band chiede a musicisti che stima di giocare con la propria musica.




Nel 2015 esce “Perfect Laughter”, un secondo disco che ci sommerge ancora più profondamente nell'universo dei Sycamores Age, che siamo sicuri che dal vivo supereranno di molto le nostre aspettative.







Di seguito un video live della splendida In the blink of an eye 







sabato 26 marzo 2016

Italiani al Primavera Sound 2016: ALTRE DI B

Anche quest'anno l'Italia verrà rappresentata da tre interessanti artisti nell'ambito dei concerti gratuiti del PrimaveraPro.

Iniziamo con Altre di B, il quartetto bolognese che prende il nome dalla vecchia schedina del Totocalcio: serie A, serie B e altre di B. 
Gli Altre di B si sono fatti conoscere anche negli Stati Uniti e nel resto d'Europa per un suono energico e vitale ispirato a bands come TV On The Radio, Tokio Police Club, Weezer e The Vines, oltre che per la quantità di concerti realizzati in questi anni, fra cui la loro partecipazione allo Sziget.

Nel 2011 pubblicano il primo album "There's A Million Better Bands", ispirandosi ed omaggiando ai Presidents of the USA.








Il secondo album "Sport", uscito nell'Aprile del 2014, è un personale tributo agli sport come il calcio, il ciclismo ed il tennis, ma anche ai passatempi ludici come gli scacchi o il subbuteo.



Il disco è composto da 9 canzoni cantate in inglese fra il punk , l'indie-pop ed è un concept sullo sport in cui ogni canzone è dedicata a personaggi leggendari come Dino Zoff o il campione di scacchi Garri Kasparov (la nostra preferita).

"Sport che non è solo una collezione di stipendi mostruosi o di campanilismi mai sopiti, ma è soprattutto un insieme di storie a volte eccezionali a volte minime, fatta da personaggi epici, a loro modo leggendari."  (https://soundcloud.com/altredib/sets)





Qui di seguito potete ascoltare tutto l'album su Spotify:



Al Primavera il gruppo presenterà le canzoni del prossimo terzo album, intanto qua di seguito potete vedere il video di Campetto, canzone in italiano composta con Lo Stato Sociale ed uscita nel 2015, dedicata alla pallacanestro, sport non presente nell'album precedente.










mercoledì 23 marzo 2016

SOS 4.8 2016: Divisione per giorni

Il SOS 4.8 2016 si svolgerà il 6 e il 7 maggio, come ogni anno del recinto feriale "La Fica" di Murcia.

A poco più di un mese dalla prossima edizione finalmente è stata svelata la divisione della line up per giorni, che ci propone un venerdì degno della altre edizioni del festival capitano da Manic Street Preachers e Chvrches  e un sabato con Libertines, i poco graditi Amaral e la maggior parte degli artisti da scoprire.



Il Sos è un festival con un pubblico più giovane rispetto a Primavera, Fib o Sonar, ma con un potenziale molto alto che nelle edizioni precedenti lo ha portato a confrontarsi con i cosiddetti festival di serie A, anche se purtroppo nelle due ultime edizioni si è avvicinato molto di più a Low Fest e Arenal. Inizialmente il governo autonomo della regione ha speso tantissimi soldi per la manifestazione, cercando di trasformare Murcia in una meta turistica e per questo gli anni precedenti la line up del festival era degna di qualsiasi Benicassim o festival nel forum di Barcellona.

Noi che abbiamo vissuto le prime quattro edizioni, abbiamo un ricordo decisamente positivo di tutto e speriamo che la manifestazione possa ritornare all'antico splendore.
Il Sos è comodissimo, il recinto è una sorta di piccolo Fib , l'offerta culturale parallela è molto alta e anche il camping non è eccessivamente male.
L'unico difetto forse è che Murcia non è una città dove è facile dormire, non essendo preparata per una tale concentrazione di gente. Gli hotel sono pochi e molto molto cari.

La scomessa del festival in questi ultimi due o tre anni sono stati i gruppi emergenti spagnoli e stranieri ed anche quest'anno la line up ne è la conferma.


Venerdì:

Manic Street Preachers
CHVRCHES
Matt & Kim
Love Of Lesbian
Luciano
Mew
Toundra
León Benavente
Addictive TV
Anni Frost
AWWZ Baywaves
Belize
Corizonas
Eme DJ
Ley DJ
Lil’ Gaida
Nawja DJ
Nightcrawler
The Suicide of Western Culture
Trepát
Los últimos bañistas
Vincent Valera

Virginia Díaz DJ

Sabato

The Libertines
Amaral
Triángulo de Amor Bizarro
Blonde Redhead
Of Montreal
The Martinez Brothers b2b Seth Troxler
Nueva Vulcano
AngelPop DJ
Los Bengala
Don Flúor
Ed is Dead
Edu Imbernon
Gonçalo
Julio Ródenas DJ
Kiko Veneno
Kostrok
LoveLive
Nudozurdo
Ocellot
Pional
The Purple Elephants
Sala REM DJs
Salvaje y Silvestre
Sau Poler
Second Undo


venerdì 18 marzo 2016

MADCOOL: divisione per giorni

Ieri sera,  durante la festa di presentazione del MadCool Festival nella sala Joy Eslava e' stata anunciata la divisione per giorni della line up dell'evento, oltre ad offrirci un concerto a sorpresa di Is Tropical.

L'organizzazione ha chiaramente deciso di fare in modo che il giovedi sia un giorno imperdibile per chi avesse qualche dubbio sulla acquisto dell'abbonamento ed andare solo il fine settimana.

The Who e Garbage apriranno la prima serata di questa prima edizione del festival madrileno, che miglior apertura ci potevamo aspettare??

Giovedi 16 Giugno

THE WHO · VETUSTA MORLA
EDITORS · GARBAGE · LORI MEYERS
THE KILLS · DJANGO DJANGO · HERCULES & LOVE AFFAIR · MILKY CHANCE
TOM ODELL · DIGITALISM LIVE · THE STRYPES · IS TROPICAL · MONARCHY · EL GUINCHO
MANEL · LÅPSLEY · RAT BOY · LUCIA SCANSETTI · ALONDRA BENTLEY

Venerdi 17 Giugno

THE PRODIGY · DIE ANTWOORD
JANE’S ADDICTION PERFORMING “RITUAL DE LO HABITUAL” · BASTILLE · BAND OF HORSES
CARIBOU · STEREOPHONICS · KINGS OF CONVENIENCE · 091 · FUEL FANDANGO
MICHAEL KIWANUKA · TEMPLES · L.A.· BENJAMIN FRANCIS LEFTWICH · JESSICA PRATT
AUGUSTINES · BIGOTT · TWIN ATLANTIC · THE STRUTS · ISAAC GRACIE

Sabato 18 Giugno

NEIL YOUNG + PROMISE OF THE REAL · TWO DOOR CINEMA CLUB
BIFFY CLYRO · CAPITAL CITIES · FLUME
WALK OFF THE EARTH · ENTER SHIKARI · JOHN GRANT · GARY CLARK JR · DIIV
WILD BEASTS · XOEL LÓPEZ · WOODS · CORIZONAS · CARMEN BOZA
THE LONDON SOULS · LUCY ROSE · PUBLIC SERVICE BROADCASTING
BEN MILLER BAND · ANGEL STANICH · NOTHING BUT THIEVES

Da oggi stesso sono disponibili i biglietti giornalieri per un prezzo di 59 euro + spese senza l'invio del braccialetto o 64 + spese con invio.



ABONO 3 DÍAS: 110€ + gastos
ABONO 3 DÍAS + envío pulseras: 115€ + gastos

ENTRADA DÍA: 59€ + gastos
ENTRADA DÍA + envío pulseras: 64€ + gastos
Venta: www.madcoolfestival.es 

giovedì 17 marzo 2016

FIB 2016: divisione della line up per giorni

Marzo è un mese cruciale per l'organizzazione dei viaggi estivi in base ai festival più interessanti, e chi non è stato sufficientemente previdente e non può più organizzarsi per il Primavera Sound, può ancora consolarsi con la vasta  offerta dei numerosi eventi musicali in Spagna.

Oggi è il turno del Fib, il famoso festival di Benicassim, che senza dubbio è uno dei nostri preferiti per struttura e spazio, un appuntamento sicuro per ascoltare buona musica con qualche grande sorpresa, un festival a "misura d'uomo".

Il Fib pubblica la divisione giornaliera dei gruppi già annunciati fino ad ora, oltre ad interessanti novità sulla sua prossima lineup, alla quale si aggiungono Dj Shadow, Biffy Clyro, Skepta, Young Fathers e FIDLAR.

Come ogni anno il festival divide la sua lineup molto strategicamente, infocando il giovedì' al pubblico inglese che si reca a Benicassim per una settimana intera di vacanza, annunciando a Major Lazer come headliner della prima serata, per passare poi ad un venerdì più elettronico con Chemical Brothers, ad un sabato strategicamente focalizzato su Muse da sicuro sold out e per finire la domenica con Massive Attack, DJ Shadow e Mac DeMarco




La domenica del Fib, per esperienza, è il giorno migliore e anche quest'anno la line up lo conferma, in altre edizioni l'ultimo giorno è stato dedicato a Gorillaz, a New Order o a Portishead e Franz Ferdinand con Sparks come l'anno scorso.












martedì 15 marzo 2016

MadCool Festival: un'occasione per venire a Madrid


Si è appena conclusa la conferenza stampa di presentazione del nuovo festival madrileno MadCoolFest che avrà luogo il 16-17-18 di Giugno presso il recinto della Caja Magica di Madrid.

Oggi è stato chiusa la lineup definitivamente e giovedì sera verrà annunciata la suddivisione dei gruppi per giorni ed orari, anche se già da ora possiamo annunciare che THE WHO suoneranno il 16.





Come spiegato dagli organizzatori, il MadCool è un festival che arriva a Madrid con una precisa intenzione: creare un macroevento che vada aldilà della musica, un motore sociale, culturale ed economico che nella capitale spagnola fino ad ora non esisteva. 
Mad Cool nasce con l'intenzione di non essere concorrenza del Dcode in quanto strutturalmente ed ideologicamente molto differente.

Barcellona, Bilbao sono città che da anni hanno un macroevento musicale, a Madrid dopo la scomparsa del SummerCase i festival musicali sono di dimensioni relativamente diminute o solo di un giorno.

Gli organizzatori hanno specificato come l'idea principale sia quella di creare un brand "MADCOOL", una marca che valorizzi la città di Madrid e che in un prossimo futuro sia un brand esportabile ad altre città. 
In questo caso ci ha ricordato molto, in un contesto musicale completamente differente, al discorso del brand del Sonar, evento di musica elettronica e di sperimentazioni artistiche, più che a un macro evento commerciale e senza una personalità musicale definita come il Rock In Rio.

MadCool è stato creato  principalmente da promotori musicali che vedevano questa mancanza di un appuntamento così importante nella capitale, ma si appoggia anche sull'aiuto di Madrid Destino (ente che si occupa dei maggiori spazi culturali della città come il Matadero e Caja Magica), dell'Ufficio del Turismo di Madrid, da LiveNation e della Competencia, una casa di produzione televisiva (famosa per Palabra de Gitanos/El chiringuito de Pepe) che si occuperà della diffusione dell'evento in LatinoAmerica in accordo con TeleVisa.

Il Madcool nasce quindi con l'intenzione di potenziare l'attrattivo turistico di Madrid per i paesi esteri: oltre alla musica l'evento sarà globale, accompagnato da esposizioni artistiche e proiezioni cinematografiche.
Non è previsto uno spazio di camping, in quanto non è stato trovato un terreno adatto nei pressi, ma si è detto che in un futuro prossimo il festival stesso pubblicizzerà pacchetti turistici o sconti con hotel. 

Il festival in ogni caso non fa altro che ripetere il modello dei festival catalani: essendo eventi urbani è comprensibile non si crei una struttura propria di camping e che si utilizzino le tante risorse della città. 
Evidentemente Madrid non è una realtà piccola come Murcia che il fine settimana del SOS non ha sufficienti strutture alberghiere per ospitare il pubblico del festival.

La capienza del MadCool sarà di 40000 persone, e in questo momento sono stati venduti quasi il 50% degli abbonamenti.  Il festival è composto da 6 palchi: 5 nella struttura della Caja Magica e 1 a Madrid centro, dove sono previsti 15 concerti al giorno.

I palchi della Caja Magica saranno 3 al coperto con capienza limitata e 2 principali all'aperto. Oltre alla struttura della Caja verrà quindi utilizzato il parking che verrà trasformato a livello estetico e convertito in uno spazio verde privo di elementi inquinanti ed orientato alla sostenibilità.
Per quanto riguarda il tema della ristorazione , l'intenzione è proporre una offerta di tipo Gourmet, potenziando prodotti tipici spagnoli. 

Il festival aprirà le sue porte alle 18 del pomeriggio e chiuderà alle 4 della mattina. 
Dalla Caja Magica e da Embajadores è previsto un servizio di autobus che metterà in collegamento il centro della città con il recinto. 
In realtà l'orario è l'unica critica che per ora possiamo fare al festival. A Madrid anche il Dcode finisce alle 4 e tutti sappiamo cosa significa tornare a piedi dal Dcode.

Penso sinceramente che sia imprescindibile che la chiusura dei festival in un futuro coincida con la apertura della metro, questo purtroppo è un problema che a Madrid ancora non ha soluzione, a parte che nel MulaFest.

Il festival che ha l'intenzione di diventare un evento culturale globale verrà preceduto  da proiezioni di documentari musicali in varie sale di Madrid a cui si potrà assistere con il biglietto dell'evento, questi stessi documentari verrano proiettati anche nei giorni del festival.

Il cartel chiude con l'aggiunta di grandi gruppi come THE WHO, che suoneranno giovedì a Madrid e il sabato nell'Azkena, Garbage, Editors, Digitalism, Diiv e Is Tropical fra i tanti.
E' evidente che il MadCool , a differenza degli altri festival mantiene un livello alto anche fra i gruppi di seconda categoria e non è tutto incentrato sugli headliners.


Presto su Babemmusic troverete tutte le informazioni su come vivere questa nuova esperienza musicale a Madrid.


 ABBONAMENTO 3 GIORNI: 95€ + SPESE / 100€ + SPESE  (invio braccialetto a casa incluso) 
In vendita su www.madcoolfestival.es 

PrimaveraPro 2016: band emergenti da tutti i continenti



39 band internazionali, provenienti da 11 nazioni differenti suenaranno al PrimaveraPro 2016, che quest'anno ospiterà il maggior numero di paesi partecipanti della sua storia.

Ogni paese presenterà alcune tra le sue band emergenti più emozionanti, con l’obiettivo di stabilire rapporti più ravvicinati tra le scene indipendenti dei vari paesi e di incrementarne lo scambio culturale a livello mondiale.

Questi artisti si esibiranno sia sul palco giornaliero del CCCB (aperto al pubblico in quanto parte integrante delle attività di Primavera al Raval), che sul palco PrimaveraPro all’interno del Parc del Fòrum come parte di Primavera Sound 2016.

Iniziamo dall'Europa: ancora grazie alla collaborazione con A Buzz Supreme e Modernista, l'Italia verrà rappresentato dai festaioli Altre di B, dall’art-rock dei Sycamore Age e dalla delizia synth di Matilde Davoli.





la Polonia invece verrà rappresentata da Don’t Panic,We’re From Poland!, dal potente metal dei Merkabah e dalla travolgente musica elettronica degli RSS Boys, mentre il Lussemburgo  presenterà l’affascinante ed emotiva musica elettronica di Sun Glitters.




Gli spagnoli, padroni di casa, verranno invece rappresentati da  Odd Cherry Pie e da Badlands.



Dal Brasile potremo vedere i Water Rats, la favolosa psichedelia degli O Terno, i tumultuosi Aldo The Band e il rock ballabile di INKY, oltre allo showcase degli strumentali Mahmed, i sognanti Quarto Negro e i paesaggi elettronici di Nuven



Dal Cile verranno i Planeta No con il loro pop edonistico, lo shoegaze in stile britannico dei Chicago Toys e l’appassionato hip hop dei Tunacola.  

 

La forza emergente della nazione andina del Perù verrà rappresentata dall’irresistibile folk psichedelico dei Kanaku y el Tigre, il garage pop dei Los Outsaiders, l’electropop delicato di Gala Briê e l’emotivo folk-pop dei Wolves As Friends.




Una delle novità più esotiche di questa edizione sarà la partecipazione, per la prima volta, di tre band provenienti dalla Corea del Sud: wedanceDead Buttons e DTSQ dimostreranno che c’è vita oltre il K-Pop presentando la loro varietà di idee sul rock. 



Israele  presenterà il post rock dei Tiny Fingers, il contagioso funk di Cut Out Club e la magia electropop di Noga Erez, già nota come voce di The Secret Sea.



 

Dal Sudafrica arriveranno Jay Qube, l’esotico pop elettronico di Moonchild e la musica militante di Anam


Dall'Australia arriveranno The Meanies (rock & roll puro), l'ispirato indie rock dei Gang of Youths, l'esuberante garage dei Money For Rope, le luminose Oh Pep! e la futura folkstar Jack Carty.




Tutte le band del PrimaveraPro:

Aldo The Band (BR), Altre di B (IT), Anam (ZA), Badlands (ES), Chicago Toys (CL), Cut Out Club (IL), Dead Buttons (KR), DTSQ (QR), Gala Brie (PE), Gang of Youths (AU), INKY (BR), Jack Carty (AU), Jay Cubed (ZA), Kanaku y el Tigre (PE), Los Outsaiders (PE), Mahmed (BR), Matilde Davoli (IT), Merkabah (PL), Money For Rope (AU), Moonchild Sanelly (ZA), Noga Erez (IL), Nuven (BR), O Terno (BR), Odd Cherry Pie (ES), Oh Pep! (AU), Planeta No (CL), Quarto Negro (BR), RSS Boys (PL), Sun Glitters (LX), Sycamore Age (IT), The Meanies (AU), Tiny Fingers (IL), Tunacola (CL), Water Rats (BR), Wedance (KR), Wolves As Friends (PE).


https://pro.primaverasound.com/


lunedì 14 marzo 2016

MULAFEST 2016: 24-25-26 de Giugno




Siamo lieti di annunciare che il festival madrileno più interessante degli ultimi anni e a nostro parere il miglior festival rivelazione del 2015, è pronto per presentare la sua lineup.

Finalmente dall'organizzazione del Mulafest arriva la conferma che si ripeterà la formula dell'anno scorso: una lineup con una forte vocazione elettronica caratterizzata dalla presenza di artisti veterani e nuove promesse da scoprire. 
Speriamo quindi, che come l'anno scorso, il Mula giochi con la vicinanza al Sonar e possa recuperare qualche pezzo interessante del festival catalano.

La line up verrà svelata il 17 marzo, mancano solo TRE giorni! 
I primi 500 abbonamenti sono in vendita a 35 euros per chi è inscritto alla Mailing list del festival.

Il Mulafest anche quest'anno avrà sede in Ifema (La Feria di Madrid), recinto facilmente raggiungibile in metro con la Linea 8 e in autobus con le linee 112, 122 e 828.









venerdì 11 marzo 2016

GetMadFest: Si aggiungono i Soft Moon e gli Eagulls

Questa mattina ci svegliamo con una bellissima notizia dopo aver assistito all'ottimo concerto dei Soft Moon  di ieri sera nella sala Caracol a Madrid.
Un concerto che ci ha confermato che la band suona realmente bene e non è stata solo una infatuazione delle 5 della mattina al Primavera.

Il gruppo, che tanto ci ricorda a Joy Division, Bahaus e Nin, capitanato da Luis Vasquez, ritornerà a Madrid in occasione del GetMad! Festival in 27  e 28 di Maggio.




Eagulls

Oggi il festival annuncia altri otto nuovi nomi che si aggiungono alla line up ancora non completa: Together Pangea , Eagulls, The Soft Moon, Audacity, The Meanies, Solids, Sen Senra, Money For Rope e  Odd Cherry Pie.









Vi ricordiamo che il festival si svolgerà a Madrid in 4 differenti sale: la sala But, Barcelò, El Cielo e Changò Live. Gli abbonamenti sono ancora disponibili al prezzo di 55 Euro (50+5 di spese) a questo link. , ma solo fino a domenica 13!!







Noi senza dubbio non pensiamo perderci agli Eagulls e i Soft Moon nuovamente in Spagna.


Nostalgia Vhs: Röyksopp al Futurshow di Bologna nel 2002

Quando Mtv non era realities, Mtv era musica dal vivo ed Mtv Italia era una delle emittenti migliori per quanto riguarda gli eventi musicali live.
Negli anni 2000, oltre alla nostra Mtv avevamo una vasta scelta per quanto riguarda la programmazione musicale dal vivo, come la seconda rete musicale TMC2, MatchMusic, Viva o i programmi della Rai come TOTP , Taratatà e di Mediaset come Super, Teatro 18 o NightExpress.
Quando non esisteva youtube l'unico modo per rivedere un video o un'apparizione in un programma tv era stare sempre pronti con il videoregistratore e dare al rec al momento opportuno.
Oggi abbiamo iniziato a digitalizzare questi vecchi vhs e questa e' una delle prime sorprese che abbiamo trovato: un concerto dei Royksopp al Futurshow di Bologna del 2002, con la successiva intervista di Marco Maccarini.


 
Back To Top