BackStreetBoys a Madrid, 19/2/2013 , fra afterparty e crociere.

mercoledì 19 febbraio 2014 0 commenti

 

E'difficile scrivere un post sul nuovo tour dei BackStreetBoys "In a world like this" senza urtare la sensibilitá delle fans che saranno le uniche interessate a leggere questo articolo.
Proveró a spiegarmi senza offendere, cercando di far comprendere che io mi immedesimo perfettamente nel fenomeno carampana anche se il mio tallone d'Achille sempre é stato Take That. Sono sempre stata aperta a qualsiasi tipo di fanatismo pop degli anni 90, con distaccata preferenza per i 5 di Manchester e Spice Girls.

Ieri sera mi sono recata alla seconda tappa del tour europeo dei 5 di Orlando nel Palacio VistaAlegre di Madrid.
Era la terza volta che vedevo il gruppo: la prima, all'apogeo del  successo nel Millennium Tour allo Stadio Olimpico di Roma, la seconda qualche anno fa, sempre a VistaAlegre, nel tour in cui erano solo in quattro dopo l'abbandono di Kevin.
Quando li vidi nel 99 riconosco che non fu uno dei concerti più entusiasmanti a cui ho assistito.
Ormai passata la fase adolescenziale, i BSB avevano raggiunto un target di pubblico di 3/4 anni minore.

Con un biglietto gratis evidentemente non resistetti ma tutt'ora mi ricordo solo l'incubo di essere spinta tutto il tempo dai vari padri che accompagnavano le ragazzine di 13 anni, e l'entrata trionfale del gruppo su degli skateboard volanti.
Era il mio secondo concerto pop dopo le Spice Girls, e l'eccesso di cambi di abito, luci e effetti speciali della musica commerciale appena mi iniziava a sorprendere.
Dopo aver passato per varie reunion il gruppo nel 2009 si riforma per un tour mondiale in formato ridotto, il "This is us Tour". 
Ció che vidi fu una povertá di mezzi che non mi sarei mai immaginata...3 ballerine, una scala e non mi ricordo se una band a suonare.



Oltretutto si saltarono il momento a capella di All I have to give, ma comunque mi divertii moltissimo, probabilmente piú che nel 1999.
Cosa che mi fece decidere a dicembre di comprare il biglietto per la prossima reunion a 5, il 19 febbraio a Madrid e accompagnare una amica megafan del gruppo e in particolare di Nick Carter.

Riferendomi esclusivamente al concerto, anche questa volta mi sono divertita tantissimo. Scenografia ancora piú povera di 3 anni fa, sul palco presente solo il gruppo senza neanche una band live. Una passerella e una scala.


Musicalmente continuo a pensare che i BSB siano la boyband con le migliori canzoni lente, e anche questa volta me l'hanno confermato.

Quasi due ore di grandi successi
uno dietro l'altro. Incomplete, Show me the meaning, All I have to give, I want it that way...iniziano con The Call... unica grande assente? Inspiegabilmente Get Down.
E quindi qual'é il problema?

Alla fine del concerto Nick Carter, sovreccitato come ai tempi migliori di Robbie nell'ultima fase dei Take That, ritorna sul palco per invitare a comprare dei biglietti per una festa successiva al evento.

Iniziamo con dire che i BSB sono reduci di un tour in coppia con i New Kids Of the Block. E già questa decisione fa pensare sullo stato attuale del gruppo, innanzitutto perchè le 2 boyband son due esponenti di due generazioni di fanatismo completamente differente. Io che sono di Take That ero troppo piccola per i NKOTB e grande per i Bsb. Insieme raggruppano un pubblico che va dai 40 ai 25 anni.

Per spiegare il vero problema è meglio che faccia comunque un passo indietro alla mattinata antecedente al concerto.
Per vedere l'ora d'inizio dello spettacolo mi collego sul sito ufficiale del gruppo e prima di entrare vengo bombardata dalla pubblicitá di una crociera "BSB Cruise" di 3 giorni, in cui oltre a poterli vedere per 3 giorni esibirsi nel salone principale della nave, i BSB stessi si convertono in animatori veri e propri di tutto il soggiorno. Il tutto al modico prezzo, cabina piú economica, di 999 dollari la doppia.





Non credendo a ció che vedo, finalmente riesco a entrare nella pagina web, e la seconda notizia che mi appare é dove comprare i biglietti dell'after show della stessa sera dopo il concerto nella Sala Shoko di Madrid, dove Nick Carter fa da dj e AJ,Howey e Kevin animano il pubblico. Prezzi da 75 dollari solo entrata, una da 130 e una fino a 220 per fare una foto in un photocall appartato.
Ancora piú incredula scopro che i biglietti Vip che io pensavo fossero un classico "Diamond Ring" come in tutti i concerti, in questo caso comprendono, "Meet and Greet", assistere alle prove generali dello spettacolo e salire sul palco per il momento unplugged.

Avviso la mia amica con un passato da campeggiatrice fuori dagli stadi e come prevedibile impazzisce fino ad un'ora dopo il concerto quando finalmente rientra in sé e si nega di regalare soldi per questo sfacciato sfruttamento di fans.

L'After Party é una costante di tutti gli spettacoli che il gruppo concede in tutte le cittá dove suona. Leggendo in forum vari del gruppo risulta che l'unico che si dissocia da questa pratica é Brian, che non si presenta in nessuna discoteca. Probabilmente sará l'unico che ha investito i suoi guadagni in qualcosa di redditizio in questi anni.


a questo punto mi sorgono varie domande:
1)I Bsb sono stati probabilmente la boyband che ha ottenuto il piú grande successo mondiale nella sua epoca, in quanto americani e famosi pure in patria. Che ci hanno fatto coi soldi?
2) Come reggono 6 mesi consecutivi di concerti e aftershow fino alle 3 di mattina, senza fermarsi piú di un giorno alla settimana?

Tutto ció é la cosa piú decadente che abbia mai visto, e francamente di mal gusto.
Parlando con gente che poi è andata all'aftershow, pare che con il biglietto da 75 dollari comunque si riusciva ad abbracciarli e farsi una foto...con quella da 220 l'unica differenza era che uno stava separato in un prive.
Un afterparty può avere senso se si paga solo l'ingresso alla discoteca, e se proprio ci si vuole ricavare qualcosa, un pass speciale per un prive e fare una foto...ma un biglietto da 55 euro solo per entrare senza neanche una consumazione???
e la crociera in stile Montley Crue o 7000 tons of Metal??!?!?
e' vero che in America non è una novità e già altri gruppi son caduti a fare da animatori in una barca come gli amici NKOTB con 6 crociere alle spalle, ma è veramente necessario?



E' portare il fanatismo all'estremo e approfittarsene in un modo terribilmente sfacciato.


Per il resto, sul concerto non ho nulla da dire, e probabilmente, non avessi letto delle 200 maniere di approfittarsi dei fan, ci ritornerei.

Setlist:



  1. Encore:








 
 
 











    2014: The Cure di nuovo al Royal Albert Hall per la lotta contro ilcancro.

    venerdì 31 gennaio 2014 1 commenti

    Stamattina, a rischio di perdere l aereo per Roma alle 11 di mattina, dalle 10 alle 10 e 40 sono stata di fronte alla sicurezza cercando di comprare tramite il cellulare perlomeno un biglietto per il Concerto dei CUre del 29 marzo che daranno nel Royal Albert Hall in occasione del Teenage cancer trust, dove hanno  assicurato essere felicissimi di ritornare a suonare per 3 ore dopo il successo del Reflections Tour del 2011.
    Confermata la teoria che Robert non riesce a stare a casa per più di 4 mesi tranquillo, io questa volta ho il mio biglietto e finalmente potrò vederli nel posto che più ho desiderato.

    Il link della prevendita comunicato via twitter dalla banda è ancora disponibile ma non é rimasto praticamente nulla, e attenzione coi 5 minuti di tempo, che dal cellulare passano più rapido di quanto uno possa immaginare.
    Domani alle 9 e 30 ora inglese apre la vendita ufficiale sui canali normali qui sotto elencati:


    http://www.ticketmaster.co.uk/teenage-cancer-trust-the-cure-london-29-03-2014/event/1F004C3DA169473C?artistid=31021&majorcatid=10001&minorcatid=1


    Il giorno dopo, domenica 30, é previsto il concerto benefici dei Suede interpretando Dog Man Star per il ventennale.




    E COMUNQUE IO VEDRÒ ROBERT SMITH NEL ROYAL ALBERT HALL



    UPDATE: Esauriti i biglietti nel giorno stesso della prevendita, le vendite ufficiali del 31/1 sono iniziate direttamente con una nuova data per venerdi 28 marzo.


    UPDATE UPDATE: A 2 giorni dall'annuncio delle due date, i Cure annunciano nuovo album "4:14 Scream" registrato in contemporanea al 4:13 Dream, nuovi dvd della trilogia dei concerti del Reflections e successivo prossimo tour alla fine del 2014 basato su The Top, Kiss Me Kiss Me Kiss me e The Head of the door.


    Non si puo' scegliere gruppo migliore, come gruppo favorito che The Cure.

    Primavera Sound 2014: la line up

    mercoledì 29 gennaio 2014 0 commenti

    2014: ottavo anno consecutivo al Primavera Sound.

     

    Questa sera  il Primavera Sound ha presentato probabilmente la migliore lineup che fino ad ora abbia mai avuto e il miglior "cartel" di festival europeo dell anno, in una maniera piuttosto originale.
    In contemporanea al cinema e sul web per 20 minuti si proiettava LineUp, un corto di fantasia con protagonista un commesso di un negozio di dischi che sinceramente io, come molta gente, non ho minimamente seguito e capito, persa a trovare le traccie delle bands che formano la LineUp per tutto il cortometraggio e a rispondere ai messaggi sul cellulare su Foals e Nin.

    In questi 20 minuti chi aveva tempo di concentrarsi per leggere i sottotitoli mentre whatsapp, Facebook e Twitter non smettevano neanche un secondo di suonare e una sola sigla si ripeteva (NIN NIN NIN ) in qualsiasi piattaforma?

    L idea é buonissima, e il Primavera, perlomeno sta invertendo in una maniera innovativa i suoi soldi, anche se la prossima volta meglio non facciano una storia alla Spike Jones se gli interessa che qualcuno la capisca nel momento..

    Che dire del cartel?Incredibile.

    Io quando ho visto l'amico com la maglietta dei Foals proprio non me l aspettavo...non al Primavera.
    Oltre a Arcade Fire, Pixies si aggiungono nomi come NIN, Disclosure, The Nationals, Metronomy, !!!, Cut Copy, Foals, .

    E non dimentichiamoci che quest anno finalmente un pezzo dei Subsonica sará presente al Primavera Sound. LNRipley , gli ultimi della line up del giovedì sono il gruppo drumm'n'bass  di NInja e Pierfunk, gruppo con un ottimo live che speriamo siano ad una ora opportuna per lo stile di musica.

    La divisione per giorni é corretta, non come l anno scorso che il venerdì dei Blur il festival era terribilmente poco potente. Quest anno il giovedì e il sabato son incredibili, e venerdì non é da meno..se non fosse che giá a novembre abbiamo visto i Pixies 2 giorni di seguito a Madrid e lo converte quindi nel giorno di meno interesse.
    Io solo una cosa prego... Che abbiano diminuito le distanze,mi terrorizza solo ricordarmi la distanza fra i 2 palchi principali l anno scorso e per un anno poter avere solo buone parole su questo festival che sulla carta é sempre il migliore, ma é diventato di dimensioni mastodontiche.


    Il 2014 si sta presentando come l'anno dove sto per finire di realizzare i miei più grandi desideri musicali, e il Forum di Barcellona siempre ne é stato testimone dalla prima volta che vidi a Daft Punk nel SUmmercase, o i Radiohead al DayDream.
    Il Primavera sound mi ha portato 4 anni fa i Pixies per la prima volta, l anno dopo ai Pulp, nel 2012 ai Cure, l anno scorso i Blur.. Quest anno a NIN. 


    Primavera 2015, mi aspetto solo Bowie .


    FantaFestival 2014: Speciale Primavera Sound

    mercoledì 22 gennaio 2014 0 commenti

    Dopo le ultime conferme del Sos e la delusione creata dalla pubblicitá ingannevole per annunciare Damon Albarn in solitario come headliner del festival, tutte le speranze sono riposte nell'annuncio della line up completa del Primavera Sound il 28 gennaio.
    Con Arcade Fire e Pixies confermati, la grande sorpresa che in molti aspettiamo e' riuscire a vedere in territorio spagnolo a Trent Reznor e compagnia, considerato che NIN si prendono giusto una pausa fra il 30 e il 31 di Maggio.
    Il Primavera Sound ormai si e' convertito nel Glastonbury del sud di Europa, e per non essere da meno, il prossimo martedi 28 gennaio finalmente ci levaranno qualsiasi dubbio o meno, e se per un altro anno ci tocca camminare 20 minuti da un palco all'altro per 3 giorni consecutivi.
    L'unica certezza che abbiamo fino ad ora, e' che Arcade Fire, suoneranno il giovedi sera.

    Riportiamo il comunicato ufficiale della presentazione del film "Line Up" che se conferma a Nin, renderá me e molta altra gente, la persona piú felice del mondo...  



    (fonte A BUZZ SUPREME e Sfera Cubica)

    Line Up
    "Il prossimo martedì 28 gennaio, il Primavera Sound e Heineken presenteranno la prima mondiale del loro film “Line-Up” in simultanea nei cinema di alcune delle principali città spagnole e su internet a questo indirizzo http://www.line-upthemovie.com. “Line-Up” è stato girato a Detroit, ex-capitale dell’industria automobilistica USA attualmente nel vivo di una crisi senza precedenti, dove il protagonista del film, un commesso di un negozio di dischi, vive un’esperienza unica grazie a un disco misterioso.

    La proiezione inizierà alle 20:30 precise.

    A Barcellona, dopo il film gli spettatori saranno invitati a una festa nel Teatre Principal, situato sulla Rambla centrale della città, dove a partire dalle 21:45 ci sarà un concerto a sorpresa di una delle band internazionali che parteciperanno alla prossima edizione del Primavera Sound e un dj set di Dj Coco.



    Ricordiamo inoltre che il 7 di Febbraio sarà l’ultimo giorno possibile per comprare l’abbonamento al Primavera Sound 2014 di Barcellona al prezzo di 175€. Dall’8 di Febbraio il prezzo sarà di 195 €.http://www.primaverasound.es/entradas?lang=en

    Depeche Mode - 18/1/2014 - Madrid, Palacio de Los Deportes

    lunedì 20 gennaio 2014 0 commenti



    Sabato sera, i Depeche Mode si esibivano nella seconda data del Delta Machine Tour a Madrid, nel Palacio de los Deportes.
    Dopo quasi 8 mesi consecutivi di promozione del nuovo album per tutta Europa e una setlist ormai più che consolidata, nella seconda data madrilena Martin, Dave etc hanno voluto sorprendere il pubblico con delle piccole ma apprezzatissime variazioni alla scaletta rodatissima dal maggio scorso.
    Innanzitutto c'e' da dire che i Depeche in Spagna non hanno lo stesso pubblico che è solito vedersi nei concerti in Italia. Il pubblico spagnolo del gruppo è un pubblico più generalista, più da stadio e in minoranza gotico; un pubblico da U2, Coldplay o Muse.

    Con il Palacio de los Deportes tutto esaurito per 2 giorni consecutivi, la band inglese ha offerto uno spettacolo più che corretto. Non eccessivamente diverso dagli ultimi concerti dati negli anni precedenti, ma giusto e adeguato alle aspettative dei fan che ritornano a vederli ogni volta che vengono in tour.
    Grande presenza dei brani dell'ultimo album, utilizzati all'inizio e in mezzo a  qualche grande classico, rallentizando il ritmo dello spettacolo.
    Da parte mia grande emozione con l'aggiunta di Stripped al posto di Black Celebration come quinta canzone, In your room al posto di Police of Truth e Home ad aprire i bis.
    Altri cambi nella scelta dei due brani interpretati da Martin Gore: "The Child Inside" e "Judas"

    Dave Gahan si conferma un ottimo frontman col suo solito gilet nero e torso nudo, regge il palco benissimo e sopratutto canta benissimo, anche se come sempre rischia di essere offuscato da Martin, che quando inizia il bis con "Home" riesce a rubargli completamente la scena, proprio per questo stupisce vedere come la metà della gente approffita di questo momento per andare a bere o al bagno.
    Il concerto che si prevedeva con ben poche sorprese è stato tutt'altro che deludente.
    Uno dei grandi punti a favori di questo nuovo tour è senza dubbio la qualità dei Visuals e messa in scena, che nel  "Tour of the Universe" lasciava piuttosto a desiderare.

    Quest'anno il punto forte sono le riprese live dello stesso concerto, ed un gioco molto interessante con i triangoli che formano il logo del Delta Machine. Il lavoro di Corbin tocca l'eccellenza con gli incredibili visuals di Precious, la cosa migliore della serata: uno semplice sequenza di video di cani.



    A volte, le cose più assurde e meno complicate, son le più riuscite. 




    Dopo questo concerto sono arrivata a tre brevi e rapide conclusioni:
    la prima è che preferisco andare a vedere i Depeche piuttusto che gli Arctic Monkeys perchè perlomeno continuo a sentirmi adolescente rispetto al pubblico medio.
    La seconda è che quando un gruppo suona due giorni di seguito in una città , la seconda data è sempre meglio della prima.  (Due mesi fa, questa teoria mi è stata ampliamente confermata dai Pixies.)
    La terza è che se metti un cane in una proiezione in un concerto, puoi pure fare una scaletta orribile e predermi 60 euro, io comunque uscirò contenta e tornerò.


    Il finale, con Never let me down again, è come sempre, uno dei finali più epici che ho visto in concerto.


    SETLIST:

    Welcome to My World 
    Angel 
    Walking in My Shoes 
    Precious 
    Stripped (Tour debut)
    Should Be Higher 
    In Your Room ('Zephyr Mix' version)
    The Child Inside 
    Judas (Acoustic)
    Heaven 
    Behind the Wheel 
    A Pain That I'm Used To ('Jacques Lu Cont's Remix' version)
    A Question of Time 
    Enjoy the Silence 
    Personal Jesus 

    Bis:

    Home (Acoustic;Sung by Martin)
    Halo ('Goldfrapp Remix' version)
    Just Can't Get Enough 
    I Feel You 
    Never Let Me Down Again 























    Fantafestival 2014

    giovedì 21 novembre 2013 0 commenti

    E anche quest'anno, a novembre inoltrato, finalmente possiamo avere le prime conferme dei pronostici del FantaFestival 2014.

    Il Primavera Sound non sorprende particolarmente aggiungendo ai Neutral Milk Hotel gli aspettatissimi Arcade Fire, che dopo numerose edizioni ritornano ad essere headliner del festival in seguito all'uscita di Reflektor.
    Era previsibile, cosi' come era scontata, al momento, la impossibile conferma dei Daft Punk. Update del 2/12, Il PS annuncia Pixies come secondo headliner, dopo i 2 concerti madrileni, come previsto il gruppo torna in Spagna, sinceramente era più previsibile vederli nel festival di Murcia, che a 3 anni di distanza nel PS.

    Il Sos Murcia sorprende con Phoenix, confermando la linea degli ultimi due anni di prendere i gruppi più famosi del sopracitato Primavera Sound.  Peccato che visto le 3 piste che avevano lasciato ci si aspettava Foals. La speranza è sempre l'ultima a morire.
    Ai francesi si aggiungono The Bloody Beetroots e Is Tropical.
    E se proprio dobbiamo fare un piccolo Primavera Sound, dare una seconda opportunità a Blur non sarebbe una cattiva idea.
    Domani si chiude il sondaggio su Facebook del gruppo più desiderato dai fan dell'evento.


    Il Low Cost Festival che domani chiude la offerta dell'abbonamento 3 giorni a 45 euro, per ora ha annunciato: The Hives, Los Campesinos, Ivan Ferrerio, Sidonie, Corizonas, Second, Ninos Mutantes, Leon Benavente, Belako, The Free Fall Band e Tuya. Prevelentamente indie pop spagnolo.

    L'Arenal Sound, a prezzo di lancio 25 euro, offre una delle line up più variata al momento: Azelia Banks, i "desaparecidos" Mando Diao, l'onnipresente Miles Kane, The Wombats,  più una ricca lista di artisti nazionali come fra cui, purtroppo, si può notare il ritorno di Russian Red.


    Per ultimo il BBK annuncia nuovamente Phoenix e The Lumineers, e varie band della scena nazionale: Dorian, Columpio Asesino e los Enemigos. Dopo pochi giorni il festival annuncia a Franz Ferdinand.


    In Portogallo intanto si conferma l'Optimus Alive con Arctic Monkeys e The Lumineers. Nuova conferma i Black Keys.

    A quasi fine novembre le aspettative per la stagione festivalera sono piuttosto basse, e a parte i previsibili Arcade Fire per ora nessun festival ha fatto il gran colpo.


    Tutte le speranze, a data 21 novembre,  sono riposte nel ventesimo anniversario del Fib e nel mai deludente Sonar.



    UPDATE DEL 20-1-2014.
    Domani il Sos Murcia annuncia altre conferme e consegunte innalzamento del prezzo : il tweet che riposrto testualmente dice:
    "GIRLS AND BOYS, MAÑANA NUEVAS CONFIRMACIONES Y CAMBIO DE PRECIO"

    chiaramente di mezzo c'e' damon albarn, se fosse da solo e non con Blur o Gorillaz, cosa fortemente probabile, possiamo parlare apertamente di pubblicitá ingannevole.


    P.s a data 10 di dicembre aspettiamo conferma del Sos, e prime notizie dal Sonar. In vendita in questi giorni a 39.90 i biglietti per il Dcode a Madrid, il 13 settembre 2014

    In diretta dal Dcode 2013

    sabato 14 settembre 2013 0 commenti

    Per chi questo pomeriggio non può recarsi al festival di Madrid, e' possibile vedere i principali concerti dell'evento sulla piattaforma di Google + del Dcode stesso: http://google.com/+dcodefest 

    Su Babemmusic sarà possibile vedere interviste agli artisti e al pubblico,
    Calculando ritardi, ciò che potete vedere qua in direttà e':
    17h:       LOVE OF LESBIAN
    18h:       FUCKAINE
    18.45h: CAPITAL CITIES
    20h:       LOVE OF LESBIAN SE CONECTARÁ EN DIRECTO DESDE EL ESCENARIO
    20.30h: JOHN GRANT
    21.15h: AMARAL
    22h:       FRANZ FERDINAND
    23.05h: M0




     
    BabeMMusic © 2011 | Designed by RumahDijual, in collaboration with Online Casino, Uncharted 3 and MW3 Forum