TRENDING

lunedì 2 novembre 2015

IO E LA TIGRE presentano "I santi" singolo del primo album "10 9" in uscita a dicembre.


Continuamo con la scoperta di nuovi talenti femminili italiani e questa volta è il caso di "Io e la Tigre", un duo formato da Aurora Ricci (voce e chitarra) e Barbara Suzzi, (batteria), capaci di creare un sound semplice ma graffiante e che dopo un EP d'esordio con 5 brani inediti ed una cover "Cuore" di Rita Pavone,che potete ascoltare qui di seguito,





finalmente presentano il video del singolo "I santi", primo estratto del prossimo album "10 9" in uscita il 10 di dicembre.




Il video rappresenta l'amicizia che ti sostiene in ogni circostanza, minimo comun denominatore di ogni nota di IO e la TIGRE. 
Nella metafora emerge una figura chiave: Elizabeth Siddal. Poetessa, pittrice e musa dei preraffaelliti, immagine della donna angelicata ma dalla storia umana intensa molto travagliata (sposa infelice di Dante Gabriele Rossetti). Modella per Millais, impersonò Ophelia di Shakespeare nel meraviglioso omonimo quadro. Rimase per lungo tempo a mollo in una vasca d'acqua e, nonostante l'esaurirsi delle candele (e del calore), lei, ormai quasi congelata, resistette nella stessa posizione fino al compimento dell'opera. Quando uscì dall’acqua aveva contratto la polmonite.
Il video è stato realizzato da Studioblò (Sonia Formica, Leonardo Farina e Francesco Diafaldi) da un'idea in collaborazione con IO e la TIGRE.

"10 e 9" sarà il primo disco di IO e la TIGRE e  nasce nell’estate 2015, durante l’allineamento di Giove e Venere, la testa e il cuore, direbbero alcuni. È stato registrato in una piccola pausa dal tour, tra un bigodino per aria e l’altro e proprio del live ha voluto mantenerne l’energia. Le registrazioni sono infatti avvenute in presa diretta e la spontaneità in studio è stata esaltata da un approccio analogico. Hanno così rinnovato il Soundcraft Series 760 a 24 tracce dello SoneBridge Studio (FC) di Andrea Cola (Sunday Morning e già insieme a loro nella produzione artistica dell’ep). Durante le registrazioni Aurora e Barbara si sono divertite a suonare più strumenti, senza la paura di perdere o confondere la propria identità.
Il titolo dell’album è un omaggio all’Universo. Un giorno d’estate partono per il primo viaggio insieme, a bordo della loro Tigerfalia (la macchina della TIGRE) e varcato il confine con la Francia, sbagliano l’uscita finendo a Montecarlo: in un attimo sono davanti alla roulette. Ognuna con in testa il proprio numero e nel cuore la sua ragione. Il 10 per IO e il 9 per la TIGRE. E così in dieci minuti bruciano 50 euro a testa. Passano i giorni e quello del Casinò è ormai solo un aneddoto divertente, fino a quando una nota webzine italiana contatta IO e la TIGRE con l’intento di pubblicare lo streaming del loro ep in esclusiva nei proprio spazi. Proposero loro una data: 10/09 (correva l’anno 2014). “10 e 9” è un disco spettinato che parla con il cuore in mano. 

 


E visto che, come già avete potuto notare, in questo blog siamo dei grandi appassionati delle covers, vi lasciamo con una versione del duo di "Basket Case", storico inno dei Green Day.
 

 
Back To Top