TRENDING

giovedì 28 gennaio 2016

Inizia a Madrid il CCMAD: Madrid Creative Commons Culture & Film Festival dal 28 al 31 Gennaio


Se questo fine settimana vi trovate a Madrid vi consigliamo di fare un salto a Lavapies e  visitare la Casa Encendida o il Centro Sociale La Tabacalera dove da questa sera  alle 20.00 inizia la quinta edizione del 
Madrid Creative Commons Culture & Film Festival, (CCMAD) un grande evento di cultura digitale totalmente gratuito.



Arrivato alla sua V edizione, il CCMad si dividerà nelle sue quattro giornate in quattro temi principali:  Musica e sovversione, Empatia, Cultura Digitale e Tecnopolitica.
Oltre a raccogliere alcune delle migliori opere di narrativa audiovisiva e documentari con copyright Creative Commons , sarà possibile poter assistere a progetti con alto interesse sociale, accompagnati da seminari e corsi di perfezionamento, workshop tematici e attività parallele.


MÚSICA-SUBVERSIÓN: Giovedi 28 nel Centro Sociale La Tabacalera alle ore 20.00   “La más macabra de las vidas”  apre il primo giorno del festival e racconta la storia della transazione -transizione alla democrazia attraverso Eskorbuto, il gruppo punk di Bilbao che ha rivoluzionato la musica nei primi anni Ottanta ed è diventato una leggenda della controcultura spagnola. Successivamente verrà proiettato  il film "Un lloc on cauce mort” dopo il quale si svolgerà il dibattito Cine, Música y (Posibilidad de) Subversión, che coinvolgerà i direttori di entrambi i film Kikol Grau e MA Bianchi (cantante della rock band Manos de Topo)


 
EMPATIA NELLA DIVERSITÀ: Venerdì 29 presso la Casa Encendida si potrà partecipare al workshop “The machine to be another” alle ore 18.00 che ci permetterà di sperimentare come sarebbe stare nel corpo di un' altra persona tramite tecniche di realtà performative e virtuali, l'iscrizione al taller avrà un costo di 5 euro.  L'evento sarà completato dalla proiezione di "La puerta azul" e "Yes we fuck!" - Progetto sulla sessualità e la diversità funzionale - e dal successivo dibattito "Il corpo come campo di battaglia", con Raul de la Morena  e Soledad Arnau.
 

CULTURA DIGITALE: Tutte le attività di Sabato 30 avranno come tema la cultura digitale popolare e si svolgeranno nella La Casa Encendida dalle 17.30 Si comincerà con il workshop Las tripas de youtube" che ci porterà a comprendere il funzionamento di questo colosso che fa parte della nostra vita. Si continuerà con conferenze e dibattiti sulla cultura popolare con l’intervento di esperti come Jaron Rowan, Margarita Padilla, e Stéphane Thick o Mattia Fritsch regista del film che si proietterà successivamente "La Storia di Technoviking, Matthias Fritsch", e che  racconta un caso paradigmatico delle peculiarità e le tensioni tra la cultura digitale e la logica e le meccaniche sociali e legali preinternet.

TECNOPOLÍTICA E INTELIGENCIA COLECTIVA: La conferenza “Tecnopolítica abierta y e inteligencias colectivas” inizierà la quarta e ultima giornata della  della V edizione di CCMad Madrid Creative Commons Culture & Film Festival con interventi  di Bernardo Gutiérrez, Carmen Lozano, e Nuni Comerma di Marea Azul, responsabile dell'iniziativa, CORRESCALES , il più grande progetto di crowdfunding sociale della storia, con 140.000.00 € raccolti contro la precarietà.

Quest'anno il CCMAD aprirà anche un dibattito su twitter "Activismo de clic y el de calle" "l'attivismo del click  e della strada", che discuterà i punti di forza e di debolezza del rapporto di queste due tipologie di azione.Centrandosi nell’era  di sovraccarico di informazioni in cui viviamo,  si proporranno domande come chi interpreta queste informazioni? O , come stiamo interpretando il parallelismo tra i movimenti della strada e quelli digitali? È possibile partecipare attraverso l'hashtag #ccmad2016.
 



 
Back To Top