TRENDING

venerdì 28 settembre 2012

Dcode 2012 : Venerdi 14/9



Mentre sta per iniziare il fantafestival 2013, ripassiamo l ultimo grande evento musicale del 2012, il DcodeFest di Madrid, che si è svolto il 14 e il 15 di settembre.
Rispetto all'anno scorso la differenza più grande è stata la distribuzione dei palchi, non più due uguali dove si alternavano i concerti e solo ci si doveva muovere da uno all'altro, vera peculiarità e comodità del festival, ma uno grande e uno molto più piccolo dove si esibivano gli artisti minori. Sinceramente penso che eliminare questa struttura non sia stata una grande idea anche se è vero che con la line up di quest'anno era più logico avere un palco enorme e non due di dimensioni medie.


img:mercadeopop.blogspot.es

Il venerdi sera i "cabeza de cartel" erano i Sigur Ros e i Justice, accompagnati da Kimbra, Triangulo de Amor Bizarro, Dorian e altri artisti minori. Il sabado principalmente è il concerto dei The Killers, accompagnato da qualche gruppo di contorno. Se il festival fosse stato di un giorno solo, l'operazione non si discosta molto dal Sinnamoniano "DayDream Festival" che organizzò un festival esclusivamente intorno al concerto dei Radiohead nel Forum di Barcellona. Grazie ai due grandi nomi e dalla buona line up del giorno anteriore, il Dcode si salva egregiamente, e ad un buon prezzo offre uno o due giorni di musica che in qualsiasi Palacio de Los Deportes ci sarebbero costati 160 euro solo per vedere singolarmente Sigur Ros, Justice e The Killers.


img: http://www.achtungmag.com/
A me i Killers mi aberrano, e come a me penso a molta gente che il venerdi sera si è recata al recinto per vedere agli islandesi e di passo ai Justice, che anche se uno dopo l'altro non c'entravano assolutamente nulla, per tipologia di pubblico aveva più senso fossero la stessa sera, e per vedere questi due gruppi a meno di 50 euro, fare la gradevole scoperta di Kimbra fino ad ora solo conosciuta per la collaborazione con Gotye, rivedere i Kings of convenience, ascoltare i Napoleon Solo, Dorian, Ninos Mutantes ne è valsa senza dubbio la pena.


img: http://nuevoruido.com
L'esibizione dei Sigur Ros è stata incredibile, peccato che l'accoppiata con Justice abbia influito negativamente sul concerto in quanto pieno di gente che già prendeva posizione per vedere ai djs francesi e se ne fregava completamente di lasciare ascoltare il concerto in pace a chi era venuto principalmente per gli islandesi. (Vedi video a piè di pagina)

La maleducazione nei concerti è purtroppo una costante a Madrid, e chi è stato a molti concerti alla Riviera mi può capire. 
Probabilmente non è cosa solo di qua, ma non sarebbe male che il pubblico più giovane imparasse a stare in silenzio e a rispettare chi vuole ascoltare un concerto in pace, sopratutto se parliamo di un gruppo come Sigur Ros che evidentemente è più una band da auditorium o sala chiusa e non da festival; di spazio ce n'era, e assolutamente non era essenziale che la gente si piazzasse nelle prime file 3 ore prima del duo francese. Possibile che solo il pubblico dei Radiohead riesce a stare zitto e non vola mai una mosca ai suoi concerti?


img: http://cdn.revistavanityfair.es
Comunque Sigur Ros sono stati incredibili.
Prima di loro, la grande scoperta è stata Kimbra, un mix fra Bjork e pop che ha lasciato a bocca aperta buona parte del pubblico che si trovava nel palco più piccolo ad ascoltarla.

I Justice chiudono la serata. Per chi li aveva visti al Primavera, il concerto è stato  una fotocopia di quello di maggio, quindi levato l'effetto sorpresa, è stata solo un'ora e mezza piacevolo ma niente di eccezionale.
Il pubblico madrileno comunque era in visibilio e alle grandi hits la forza dei francesi è stata incredibile. 
Peccato continuino a sampleare 2 secondi "Because we are your friends" e non lascino più intera Never be alone again.

Il festival purtroppo chiude alle 2, sarebbe bello dare un po' più forza alla musica elettronica e regalare un paio d'ore in più di musica, perchè esattamente come l'anno scorso dopo Crystal Castles, anche quest'anno nessuno aveva voglia di andarsene a casa dopo i Justice.


Del sabato dicono sia stato un trionfo per i The Killers, ma non tenendo nulla in particolare contro al gruppo di Las Vegas, non sono esattamente la mia battaglia, e già mi è bastato vederli 3 anni fa al Palacio de Los Deportes per dargli una possibilità e decidere che il gruppo di Brandon Flowers non entra nelle mie corde, sarà per l'età, o sarà fondamentalmente perche io con la musica americana non vado d'accordo.

Il Dcode si conferma comunque come l'evento perfetto per chiudere l'estate,il festival che si permette i gruppi che nessun altro ha avuto durante l'anno e speriamo continuino a farlo a settembre, e possibilmente a dividere il pubblico con più occhio rispetto a quest'anno. Nel 2011 il cartel era meno potente ma più completo, ma piuttosto che ripetermi potete leggere la cronaca dell'anno passato qui magari si ritornasse alla struttura a due palchi!!!!!!!!!!!


Dal video di Saeglopur penso si possa comprendere la mia indignazione.











 
Back To Top